Alimentazione: i 7 errori alimentari più comuni

Quali sono? Parola alla nutrizionista Luisa Blandino

Quante volte ti è capitato di voler intraprendere un percorso alimentare più sano ma con scarsi risultati? Molto spesso i miglioramenti tardano ad arrivare (o non arrivano proprio) a causa di piccoli errori alimentari che commettiamo quotidianamente. 

 

Quali sono gli errori alimentari più comuni?

 

  • Eliminare totalmente i carboidrati.
    Purtroppo è ancora diffusa l’idea che eliminare questo prezioso gruppo alimentare dalla nostra dieta, sia il modo più veloce per perdere i kg di troppo. In questo modo, però, priviamo l’organismo di fondamentali micronutrienti, fibre e vitamine del gruppo B. A meno che non stiate seguendo una terapia specifica e sotto la guida di uno specialista, come la dieta chetogenica, eliminare i carboidrati dalla propria alimentazione è completamente inutile e controproducente. 

  • Tener conto esclusivamente delle calorie.
    La conta delle calorie rappresenta il modo più sbagliato per perdere peso. Ciò che importa è l’analisi qualitativa dell’alimento e, dunque, la lettura dell’etichetta è di fondamentale importanza prima dell’acquisto di un prodotto. Attenzione agli ingredienti, agli zuccheri nascosti e ai conservanti! E’ preferibile acquistare un prodotto che ha una breve lista degli ingredienti (conterrà meno conservanti e additivi!). 

  • Saltare i pasti. 
    Questa brutta abitudine non ti farà raggiungere i risultati desiderati ma rappresenta un fattore di rischio per disordini alimentari, alterazioni del metabolismo e sarà la causa di un maggiore introito calorico nel pasto successivo. 

  • Mangiare legumi o patate come contorno.
    Questo è un errore molto comune ed è una terribile conseguenza della "
    dieta fai da te". Utilizzare legumi e patate al posto della verdura e come contorno, non ti permetterà di seguire un'alimentazione bilanciata e adeguata. I legumi, infatti, sono fonti di proteine e carboidrati e dovrebbero essere utilizzati come sostitutivi di carne, pesce, uova o formaggi; le patate, invece, sono alternative di pane o pasta. Ricordati che la presenza delle verdure, ad ogni pasto, deve essere imprescindibile: le fibre della verdura contribuiranno ad un maggiore senso di sazietà, ridurranno lassorbimento degli zuccheri presenti nel pasto, favoriranno il transito intestinale e rappresenteranno nutrimento essenziale della flora batterica intestinale. 

  • Non idratarsi correttamente. 
    L'acqua, si sa, è un'alleata preziosa per il nostro organismo e aiuta a mantenere le cellule idratate, permettendole di svolgere le funzioni vitali. Attenzione! L'acqua non fa dimagrire! Studi recenti, però, hanno evidenziato che l'assunzione di almeno 2 Litri di acqua al giorno, permette di ridurre drasticamente la scelta di bevande zuccherine e gassate che possono incidere sul peso corporeo. 

  • Scarsa assunzione di acidi grassi.
    "
    I grassi fanno male!", quante volte abbiamo sentito questa frase? Ricordati, però, che esistono diverse tipologie di grassi in natura ed eliminarli a prescindere, favorisce la scelta di prodotti più zuccherini ed industrali. Prediligi fonti di grassi buonicome il pesce azzurro, avocado, frutta secca, olio extravergine di oliva

     

  • Prediligere i cibi light.
    Gli alimenti light, per essere definiti come tali, devono possedere almeno il 30% in meno dell'apporto calorico di partenza. I nutrienti che verranno eliminati o ridotti, quindi, saranno senz'altro gli zuccheri e grassi. Ma sei sicuro che nell'alimento non verrà aggiunto qualcos altro, in sostituzione? Ritorniamo ai due punti precedenti: leggere sempre le etichette e non tener conto del solo valore energetico. Se confrontiamo le etichette di due prodotti identici, di cui uno light, noteremmo subito, in quest ultimo, la presenza di dolcificanti, spesso non proprio naturali e sani, utilizzati al posto dello zucchero o l'aggiunta di grassi trans o idrogenati. Ela scelta giusta acquistare un prodotto con meno calorie ma meno sano?

Per Natale regala "SALUTE" 

 Prenota la tua visita nutrizionale

Fai la richiesta: ti ricontattiamo noi!

COMPILA IL MODULO